APPELLO
GLOBALE

2022

Una ragazza yemenita gioca con un gatto in un sito che ospita sfollati a Sana’a. © UNHCR/Reem Al Wajih

Nel 2022, l’UNHCR avrà bisogno del tuo sostegno per proteggere e assistere un numero senza precedenti di persone costrette a fuggire nel mondo e per cercare soluzioni all’apolidia e a chi fugge da guerre e persecuzioni.

Per realizzare il suo mandato

Enhanced partnerships, coordination, public outreach, and resource mobilization

l’UNHCR ha bisogno di

$8.993.707.996

Persons of concern

per assistere

102,6 milioni*
di persone
globe

in

133
paesi e territori

* Numero di persone che l’UNHCR stima essere sotto il proprio mandato nel 2022. Esso viene calcolato sulla base delle previsioni sull’evoluzione dei contesti operativi, dei tassi di crescita delle popolazioni, dei movimenti delle stesse e dei possibili cambiamenti di status delle diverse categorie di persone sotto il mandato dell’Organizzazione. I dati stimati possono essere soggetti a variazioni.

Pianificazione globale del 2022

Nel 2022 l’UNHCR dovrà occuparsi di
102,6 milioni di persone*

Nel 2022 l’UNHCR dovrà occuparsi di

*I dati stimati possono essere soggetti a variazioni.

Fabbisogni finanziari 2022

Bilancio globale 2021/2022

Bilancio globale 2021/2022

Bilancio globale per area di impatto

Bilancio globale per area di impatto
High Commissioner Filippo Grandi bumps fists with six-year-old Kervanis Prieto during a visit to a social integration centrein La Milagrosa, in Soledad municipality, Colombia. © UNHCR/Santiago Escobar-Jaramillo

L’Alto Commissario, Filippo Grandi saluta Kervanis Prieto, una bambina di 6 anni, durante una visita al Centro di integrazione sociale de La Milagrosa, nel Comune di Soledad, in Colombia. © UNHCR/Santiago Escobar-Jaramillo

Filippo Grandi
Alto Commissario

“Il 2022 sarà segnato da tre minacce: i conflitti, il COVID-19 e il cambiamento climatico.

 

Più trascuriamo questi problemi, più grandi saranno le conseguenze. Se non agiamo immediatamente, l’UNHCR prevede che il numero di persone sotto il suo mandato continuerà a crescere, costringendoci a rispondere a nuove emergenze, come accaduto nel 2021 in Afghanistan, in Etiopia e in decine di altri contesti.

L’UNHCR ha l’obiettivo di salvare e migliorare la vita di chi fugge da guerre e persecuzioni, di sostenere quei Paesi che ospitano il maggior numero di rifugiati e di trovare soluzioni durevoli quanto prima. Tutto questo lavoro è reso possibile da voi – dalle comunità e dai paesi ospitanti, dai donatori – verso i quali il mondo ha un grande debito di gratitudine. Con questo Appello Globale, vi invito a sostenere il lavoro dell’UNHCR nel 2022.”

Leggi la Prefazione completa dell’Alto Commissario nell’Appello Globale

Aree di Impatto

Nel sistema COMPASS, il nuovo sistema di gestione basato sui risultati dell’UNHCR, quattro “Aree di impatto” coprono le aree complessive attraverso le quali la strategia dell’UNHCR mira a migliorare la vita delle persone sotto il suo mandato.

L’UNHCR lavora duramente in situazioni di emergenza per fornire alle popolazioni sfollate un alloggio temporaneo sicuro e protetto. Tuttavia, resta prioritario trovare soluzioni abitative sostenibili e a lungo termine per aiutare le persone a ricominciare la loro vita. In Burkina Faso, bastano 920 dollari per fornire un alloggio permanente ad una famiglia di rifugiati e contribuire in questo modo a migliorare la qualità della loro vita e il senso di appartenenza.

Le donne e le ragazze costrette a fuggire da guerre e persecuzioni, corrono il rischio di subire violenza o abusi anche svolgendo azioni quotidiane, come raccogliere l’acqua o andare in bagno – e la pandemia ha aggravato molti dei fattori che minacciano la loro sicurezza. Bastano 313 dollari per sostenere una persona vittima di violenza di genere in Iraq attraverso attività di counselling psicosociale che l’aiuterà a superare il trauma e a ricostruirsi una vita.

Il lavoro dell’UNHCR per Regione

Le operazioni dell’UNHCR sono coperte da sette sedi regionali.

Con 100 dollari è possibile aiutare una persona a raggiungere una sede locale per la registrazione e ottenere così il permesso di protezione temporanea in Colombia.

Angelina Jolie, Special Envoy

L’Inviata Speciale Angelina Jolie ascolta Aminata, una sfollata interna in Burkina Faso, che racconta la storia di come lei e i suoi cinque figli hanno camminato per più di 100 km in cinque giorni dopo che degli uomini armati hanno attaccato il loro villaggio. Aminata gestisce un piccolo chiosco dove vende erbe, frutta e pochi altri articoli. © UNHCR/Nana Kofi Acquah

Angelina Jolie
Inviata Speciale

“Sono onorata di lavorare per i rifugiati e per tutti gli sfollati. Penso spesso a molte delle famiglie che ho incontrato e sono furiosa se penso a quanto poco basterebbe alla comunità internazionale per stabilizzare la loro situazione e aiutarli a tornare alla vita che meritano. Quando mi confronto con loro, troppo spesso accade che le loro vite siano diventate più – e non meno – difficili con il passare del tempo”.

Leggi l’intervista completa dell’Inviata Speciale.

Children

Khaliq e sua sorella tornano alla loro tenda dopo aver raccolto dell’acqua in un insediamento per sfollati interni in Afghanistan © UNHCR/Edris Lutfi

GRAZIE

a tutti i paesi che accolgono rifugiati e ai donatori, governi e privati. Grazie con tutto il cuore per il vostro sostegno nell’anno a venire.

Khaliq e sua sorella tornano alla loro tenda dopo aver raccolto dell’acqua in un insediamento per sfollati interni in Afghanistan © UNHCR/Edris Lutfi

Per saperne di piu’ sul lavoro dell’UNHCR nel 2022 a favore di milioni di rifugiati, richiedenti asilo, rimpatriati, sfollati interni e apolidi, leggi l’Appello Globale dell’UNHCR 2022 o visita il sito Global Focus.

Share This