L’Organizzazione mondiale della sanità stima che circa il 15% della popolazione mondiale sia portatore di disabilità. Si ritiene che diversi milioni di persone disabili siano state costrette a fuggire dalle loro case, ma spesso restino invisibili all’interno delle comunità sfollate.

Le persone con disabilità non sono un gruppo omogeneo: hanno capacità e bisogni diversi e contribuiscono in modi diversi alle loro comunità. In tempi di crisi, possono essere esposti a discriminazioni, allo sfruttamento e alla violenza e devono affrontare numerosi ostacoli per accedere all’assistenza umanitaria.

All’UNHCR supportiamo le autorità affinchè garantiscano che le persone rifugiate con disabilità abbiano l’opportunità di utilizzare le loro capacità a beneficio di loro stessi, delle loro famiglie e della comunità, e abbiano accesso a servizi vitali. A questo scopo, svolgiamo attività di formazione e sensibilizzazione degli attori chiave e realizziamo strumenti informativi per facilitare il godimento di diritti e servizi per i rifugiati con disabilità.