Seleziona una lingua per il nostro sito globale:

Seleziona un paese:
 
LA CICATRICE DI IBRAHIM

LA CICATRICE DI IBRAHIM

Di Celine Schmitt, 6 giugno 2014 Ibrahim, 7 anni, gioca felicemente di fronte a sua madre nella città di Gbiti, in Camerun. Sembra uguale a tutti gli altri bambini della sua età. Ma quando si gira, chi lo vede rimane colpito dalla cicatrice profonda che ha in testa....

MALAK, UN ADOLESCENTE IN ESILIO

MALAK, UN ADOLESCENTE IN ESILIO

Di Preethi Nallu, 24 giugno 2014   Malak, 13 anni,  entra nel piccolo appartamento che al momento chiama casa, sfoggiando un nuovo taglio di capelli.  L’acconciatura è un incrocio tra un mullet e un taglio da moicano, ma suo padre non si stupisce....

ATTRAVERSO IL DESERTO E IL MARE…

ATTRAVERSO IL DESERTO E IL MARE…

Di Iosto Ibba, luglio 2014 Lo incontro una prima volta al porto di Palermo, solo, seduto in un angolo della tenda della Croce Rossa, appena sbarcato in suolo Italiano e in attesa di un primo controllo medico. Nuruddin è un ragazzo somalo che non ha ancora 30 anni, i...

UN ANNO DOPO, IL RITORNO

UN ANNO DOPO, IL RITORNO

Di Barbara Molinario e Iosto Ibba Un anno dopo aver quasi perso la vita a largo della piccola isola italiana di Lampedusa, Leterbhrane*, eritrea, supererà la sua paura del mare e tornerà per ricordare le migliaia di persone che hanno perso la vita nel tentativo di...

ALBA, RIFUGIATA COLOMBIANA IN ECUADOR

ALBA, RIFUGIATA COLOMBIANA IN ECUADOR

Di Mileidy Capurro, Maggio 2014 Foto: UNHCR/B.Baloch Alba* è fuggita dalla sua casa in Colombia un anno fa. Temeva per la sua vita, dopo aver ricevuto minacce di morte ed essere stata vittima di violenze sessuali da membri di un gruppo armato illegale. Ma in Ecuador è...

"IL MIO PRIMO ANNO DI VITA"

"IL MIO PRIMO ANNO DI VITA"

Di Barbara Molinario e Iosto Ibba   Lampedusa, un anno dopo. In testa ha ancora impresse le parole pronunciate all’indomani del naufragio, la certezza che se avesse saputo del pericolo cui andava incontro, non sarebbe mai salito su un barcone per attraversare il...